Hera e il Cuculo

 

Hera e il Cuculo

Nel B&B Lo Scultore troverete la stanza di Hera e il Cuculo, ispirata all’affascinate mito greco di cui protagonisti Zeus ed Hera, il re e la regina degli dei.
Secondo la mitologia, il dio Zeus, una volta conquistato il potere, decise che era giunto il momento di prender moglie. Egli non tardò a notare la straordinaria bellezza di Hera, sua sorella, degna in tutto per diventare la regina degli dei. Hera era una giovane fanciulla che viveva appartata nell’isola di Eubea, insieme alla sua nutrice Macris, nella casa della nereide Teti. Avvicinare Hera risultava molto difficile, perché data la sua giovane età, vegliava assiduamente su di lei la sua nutrice.
Un giorno di un freddo inverno, la fanciulla si trovava per caso sola e sperduta in una strada di campagna deserta e coperta da una coltre di neve. La bella dea ebbe compassione per un cuculo sofferente e tremante dal freddo, che le si andò a posare su una spalla. Hera così, tentò di scaldarlo, coprendolo con la sua veste e cominciò ad accarezzarlo. Il cuculo si tramutò magicamente in un giovane bello ed attraente che si presentò a lei con il nome di Zeus.
Il re degli dèi, dichiarò il suo amore alla fanciulla e le chiese di diventare sua moglie. Hera accettò e le nozza vennerò celebrate sul monte Olimpo alla presenza di tutti gli dèi. I due ebbero quattro figli: Ebe, Ilizia, Ares ed Hefesto. Nella mitologia il matrimonio tra Zeus ed Hera viene narrato come una felice unione, anche se nella letteratura molti poeti attribuirono ad Hera una forte gelosia nei confronti di Zeus, che avrebbe spiegato i fenomeni del cielo.
Essendo il re e la regina del cielo, dunque, i loro litigi determinavano violenti temporali, uragani e gelidi inverni. Zeus inoltre, ebbe molti amori con ninfe e donne mortali. Tutte queste unioni, come quella tra Hera e Zeus, erano simboliche: ad esempio per ricordare che la Terra per essere fecondata ha bisogno della Pioggia o che la Luna percorre rapidamente la volta del cielo da est ad ovest.